Pagine

giovedì 31 luglio 2014

GIOVE e SATURNO a confronto

GIOVE e SATURNO a confronto

Questa mattina ho riordinato le decine di cartelle con riprese e frames planetari ottenuti quest'anno con la nuova strumentazione. Nei mesi invernali ho infatti iniziato da zero a praticare astrofotografia planetaria riuscendo ad ottenere risultati discreti soprattutto su Giove e Saturno.

Mi è venuto così in mente di mettere insieme, in un'unica immagine, le riprese migliori dei due giganti gassosi, lasciando invariate le proporzioni che essi hanno in natura.



Transito di Io su Giove con GMR   -   Saturno in opposizione
clicca per ingrandire


GIOVE

Giove  è il quinto pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole e il più grande di tutto il sistema planetario: la sua massa corrisponde a quasi 2,5 volte la somma di quelle di tutti gli altri pianeti del sistema.
Riguardo l'osservazione e la fotografia amatoriale, sono molto interessanti le
strutture del''atmosfera gioviana. La zona equatoriale, chiara, si trova in mezzo alle due bande equatoriali (settentrionale e meridionale) tendenti all'arancio; in posizione più esterna troviamo le chiare bande temperate settentrionale e meridionale ed infine le due regioni polari più scure. 
Molto suggestiva è poi la Grande Macchia Rossa: una tempesta, situata nella banda equatoriale meridionale, che gira vorticosamente fin da quando l'atmosfera gioviana venne osservata dettagliatamente per la rima volta, più di 300 anni fa. 
Altrettanto caratteristici, anche se più difficili da immortalare, sono i transiti dei satelliti sul gigante gassoso, di cui è facile osservare le ombre anche con piccoli strumenti.


SATURNO

Saturno è il sesto pianeta del Sistema solare in ordine di distanza dal Sole ed il secondo pianeta più massiccio dopo Giove. La sua caratteristica principale sono gli "anelli", formati da un sottile strato di detriti spaziali (soprattutto frammenti di asteroidi e comete) accumulatesi nel tempo.
Proprio gli anelli sono la maggiore "attrattiva" per chi vuole osservare o fotografare il pianeta. 
Non è poi difficile riuscire a scorgere in essi la "divisione di Cassini", una fascia più scura all'interno del sistema di anelli (in questa zona vi è una concentrazione minore del materiale che li compone). 
Così come Giove, anche Saturno presenta un'atmosfera solcata da bande chiare e scure, anche se meno appariscenti e quindi più difficili da osservare.



Ecco una piccola tabella riassuntiva con le caratteristiche principali dei due pianeti a confronto.